Autore: greybear

Appassionato da sempre di robotica e microprocessori, ha iniziato attivamente questo hobby alla fine degli anni 70. Si considera un minimalista della robotica, è webmaster di beamitaly.net e membro del gruppo officinerobotiche.
meeblip sinth

GALVA

Un programma CAD per il disegno dei Pannelli Frontali GALVA è (a mio giudizio) un bellissimo programma per Windows usato nella comunità radioamatoriale per il disegno delle serigrafie sui pannelli di controllo di apparecchiature elettroniche o anche per il disegno delle scale graduate degli strumenti di misura ad ago. L’ho usato tanti anni fa per […]

Leggi di più

Demistifying the Sharp IR Rangers

Come utilizzare correttamente i sensori IR di Sharp L’articolo allegato a questa pagina, offre delle spiegazioni dettagliate sui vari modelli di sensori a infrarossi prodotti dalla Sharp, su come usarli al meglio e cosa aspettarsi realmente da essi. I sensori ad infrarossi infatti lavorano su una parte dello spettro ottico non visibile al nostro occhio, […]

Leggi di più

DORG

Robot domestico DORG (Domus Robo Guardian 31.08.2015) DORG è un robot per uso domestico delle dimensioni di 50 cm di altezza per 30 di circonferenza. Dimensioni medie che gli permettono di essere notato mentre circola liberamente per casa. Il volume ne permette inoltre l’integrazione con eventuali accessori di utilità generica come ad esempio un mini-aspirapolvere […]

Leggi di più

SYGEN.EXE

Brevi cenni sul linguaggio di programmazione Riportiamo qui un estratto della documentazione preliminare relativa al compilatore sygen.exe scritto per il predecessore di Wirobo. Il testo contiene anche riferimenti a parti hardware previste ma non ancora realizzate. E’ stato scritto in Basic Microsoft e gira sotto Windows Xp. Per facilitare le connessioni della matrice sinaptica anche […]

Leggi di più

WIROBO – matrice sinaptica

La programmazione sinaptica La programmazione sinaptica non è come la programmazione tradizionale, non è sequenziale. Le connessioni per loro natura sono parallele seguendo una strada che parte dal sensore fino ad arrivare in qualche modo all’effettore. I segnali possono quindi interferire tra di loro creando comportamenti non previsti che in alcuni casi potremo catalogare come […]

Leggi di più

Il collaudo di CO.R.A.

Procediamo con il collaudo di CO.R.A.   Abbiamo visto nel precedente articolo come funziona CO.R.A., adesso dobbiamo verificare se funziona. In questo articolo vedremo come, con l’aiuto di un piccolo test bench e di alcuni strumenti di misura.   Un Tester analogico elettronico con impedenza in ingresso da 1Mohm/V, oppure un Multimetro Digitale anche non […]

Leggi di più

W. Grey Walter

(Il papà di Elmer, Elsie e Cora) Grey Walter fu un famoso fisiologo vissuto a cavallo della Seconda Guerra (1910-1977). Fu uno dei progettisti del RADAR, studiò e localizzò le onde Alfa e studiò l’epilessia indotta per mezzo di lampi di luce. Contemporaneo di scienziati famosi come W. R. Ashby, D. O. Hebb e N. […]

Leggi di più

QBEBOT

QBEBOT è il nome finale di un progetto nato per la realizzazione di uno chassis per robot amatoriali che sia il più semplice possibile da costruire e allo stesso tempo anche il più versatile e il più capiente. Nasce nell’Aprile del 2010 con il nome di Easybot proprio per dare l’idea dello scopo finale e […]

Leggi di più

WIROBO – il robot beam programmabile

Introduzione WIROBO è l’acronimo di Wired Robot. Nella sua “dinastia robotica” è il figlio di Dobby e nipote di Hulk. E’ apparso in pubblico a Ottobre 2014 alla Maker Faire di Roma nel gruppo di stand di Officine Robotiche. Officine Robotiche è un gruppo di appassionati di robotica amatoriale a ivello nazionale. Maggiori dettagli li […]

Leggi di più

CO.R.A. Conditional Reflex Analogue

CORA, la macchina che simula l’apprendimento

CORA è il frutto degli esperimenti di W. Grey Walter determinati a capire come funziona il meccanismo cerebrale di apprendimento per gli animali. Tali teorie sono molto ben spiegate nei cap. 6 e 7 del suo libro “Il cervello vivente” pubblicato in Italia nel 1957 e ancora reperibile in alcuni esemplari in alcune librerie online, anche in lingua originale (Inglese). Del cap. 7 ve ne proporrò solo una parte così da aver ben spiegato dallo stesso autore il meccanismo di funzionamento. (link)

Poiché lo schema originale è a valvole (2 pentodi e 1 eptodo nel modello dimostrativo) ed il mio a porte logiche, i “sette passi” non saranno proprio gli stessi sette e potrebbero essere distribuiti in maniera diversa. In ogni caso, dove la funzionalità è ben definita, verranno evidenziati sullo schema elettrico con dei numerini tra parentesi (ne: Il collaudo di CORA).

Premetto che i valori dei componenti R e C nel circuito, sono stati scelti per un circuito dimostrativo. Nel caso debba essere messo su un robot mobile, alcuni tempi dovranno essere dilatati di molto per permettere un uso proficuo del circuito. Immaginate per esempio che il robot invece di “tenere a memoria” quanto appreso per qualche giorno lo dimenticasse dopo qualche minuto o per troppo tempo (in questo caso specifico faccio riferimento alla “memoria 2” composta dal condensatore da 1uF e dalla resistenza da 150 ohm. Nel primo caso non saprebbe mai dove cercare il cibo dato che lo avrebbe già dimenticato. Nel secondo non potrebbe aggiornare quanto appreso nel caso in cui lo stimolo secondario cambiasse (ad esempio da luce a suono).

Leggi di più

Vai alla barra degli strumenti